Vai al contenuto principale »

Cerca nel Sito

Capire meglio la COLTIVAZIONE INDOOR

coltivazione indoor

La coltivazione indoor è molto diffusa ultimamente per garantire al mondo intero il fabbisogno di frutta e verdura 365 giorni l'anno. Inoltre i cambiamenti climatici avvenuti in questi ultimi anni hanno dato un vero "boost" alla coltivazione indoor. Ci sono varie tecniche di coltivazione: idroponica, aeroponica, terriccio, fibra di cocco ecc...

Coltivare indoor non è difficile però bisogna avere degli accorgimenti e alcune nozioni base. Per coltivare indoor bisogna ricreare l'ambiente presente in natura (luce+aria+ossigeno+anidride carbonica+sali) però indoor!

Ci sono molte ragioni perchè coltivare indoor è sempre più popolare. Una buona coltivazione idroponica può essere molto più economica ed efficiente di un giardino tradizionale.

 

Ecco alcuni dei vantaggi di crescere all'interno:

- Frutta e verdura coltivate in casa con sistemi idroponici hanno dimostrato di contenere più vitamine e di solito hanno un sapore più buono di quelle coltivate in terra outdoor.

- Coltivare Indoor consente di raccogliere tutto l'anno, particolarmente utile per coloro che vivono in climi estremi caldi o freddi.

- Un maggior numero di piante possono essere coltivate in piccoli spazi, perché è necessario meno spazio tra le piante. La maggior parte dei sistemi di coltivazione idroponica può essere adattato per adattarsi in zone e forme bizzarre, consentendo una maggiore flessibilità.

- Coltivare indoor riduce il rischio di malattia e infestazioni.

 

Come scegliere la luce:

Il tipo di luce è fondamentale per una buona riuscita della vostra coltivazione indoor. Le lampade per coltivazione indoor si differenziano tra tipologia e vattaggio. Il vattaggio va scelto in base allo spazio o al numero di piante che volete coltivare.

Il tipo di luce va scelto in base al tipo di pianta da coltivare. Le luci possono essere adatte solo per la fase di vegetativa oppure solamente per la fase di fioritura.

 

Quanto distante devo posizionare la luce dalle piante?

Se usate delle luci a scarica come le lampade hps, mh o agro che scaldano molto ed hanno una penetrazione di luce molto alta vi consigliamo di posizionarle ad almeno 40/50cm dalla punta delle vostre piante. Non allontanatela troppo perchè si potrebbe verificare l'effetto "straching" ovvero la pianta tende ad allungrasi troppo in cerca della luce.

Se usate delle lampade cfl o al neon che non emettono calore e non hanno uno spettro molto penetrante si consiglia di avvicinarle a circa 20cm dalle punte delle vostre piante.

 

Quante ore di luce devo dare?

Vegetativa: Per tutta la fase di vegetativa si consiglia di dare circa 18/20 ore al giorno.
Fioritura: Per tutta la fase della fioritura si consiglia di dare circa 12 ore di luce e 12 di buio assoluto.

Per piante autofiorenti le ore di luce sono le seguenti: dare sempre 18 ore di luce al giorno!

Un timer analogico vi aiuterà a temporizzare il kit luce.

 

Ventilazione, Temperature e Umidità:

Una buona ventilazione serve a regolare la temperatura e l'umidità nella grow room. Inoltre un leggero movimento della pianta aiuta il fusto ad inrrobustirsi. La temperatura ideale si aggira tra 20 e 24°C e l'umidità ideale va tra 40 a 60%. Ovviamente questi valori possono cambiare in funzione alla pianta coltivata.

Una perfetta combinazione sarebbe posizionare un'aspiratore d'aria con un ventilatore!